MaccioSoft Webserver                                                                                                                                       
Massimo Pierini Jazz Quartet


   Guitar                          

FORMAZIONE

Guitarmic Massimo Pierini

VOCE, CHITARRA SEMIACUSTICA, ARRANGIAMENTI & SONGWRITING

Claudio Orsi

BATTERIA

Doublebass Giacomo Villani

CONTRABBASSO



ORGANICO MUSICISTI
Massimo Pierini è un compositore da sempre abituato a scrivere con una grande libertà, di conseguenza l'organico dei musicisti con cui lavora è flessibile e può presentare collaboratori fissi od ospiti.
Si va dal duo fino al quintetto ed oltre. I duo possono esser formati da chitarra e contrabbasso, chitarra e piano, chitarra e percussioni, chitarra e vibrafono sempre con l'aggiunta della voce dato che Massimo è anche cantante.
Al trio di base si può aggiungere il piano oppure il vibrafono dato che questi sono due strumenti molto amati dal compositore.
Altri strumenti che frequentemente compaiono nei suoi brani sono: tromba con sordina harmon, trombone, clarinetto.

PROPOSTA MUSICALE
Il quartetto presenta una proposta musicale ricca, creativa ed autentica
che si fonda da una parte sui brani scritti da Massimo Pierini autore di lungo corso e dall'altra sulla reinterpretazione nei live, di alcuni classici del primo jazz
con omaggi a Louis Armstrong, Fats Waller, Django Reinhardt, Hoagy Carmichael ed al swing.
La presenza opzionale del sax offre la possibilità dal vivo di fare jazz strumentale con la proposizione di alcuni brani del grande Sidney Bechet.
Se le componenti blues e swing sono evidenti, non mancano escursioni nel bossanova con alcune composizioni originali di sicuro fascino.
Nel complesso la formazione non mostra di voler percorrere una unica direzione linguistica evidentemente vista come troppo limitante, ma semmai di voler porre un accento di tipo filosofico o di lanciare un messaggio relativo al recupero di un approccio spontaneo al jazz, che tuttavia valorizzi temi ed armonie e che non rotoli nella mera improvvisazione.
Il Jazz di Louis Armstrong e di Fats Waller così come le canzoni ed i brani strumentali originali di Massimo Pierini rimandano idealmente a quel periodo in cui il Jazz era a tutti gli effetti "musica popolare": una musica per tutti, non quindi una musica intellettualizzata e di nicchia ma una musica in grado di avvicinare il pubblico - giovani inclusi - al meraviglioso e variegato linguaggio del jazz. 
Il richiamo occasionale alle filosofie orientali come il Tao e lo Zen indica il rifiuto dell'intellettualismo, dell'egocentrismo tecnicista, del virtuosismo in favore di una visione più organica e sociale della musica.
L'intenzione è chiara: rimettere al centro le idee, le melodie, le armonie, abbandonare le idee competitive per ritrovare la vera anima della musica.

COLLABORAZIONI
Massimo Pierini ha collaborato con la cantante Jazz Irene di Vilio, valente vocalist e insegnante, che già nel 2005 interpretò la sua "Look Look Look" uno standard dal sapore blues. 
Ha anche collaborato con il sassofonista Graziano Benassi.

ORGANIZZAZIONE EVENTI
Massimo Pierini è anche l'ideatore, organizzatore e direttore artistico di "Musiche e paole ai 4 venti" dedicata all'amico e operatore sociale prematuramente scomparso, Massimo Bertolucci. Questa rassegna è aperta alla libera partecipazione di musicisti di diversa estrazione inclusi giovani musicisti dato che il Bertolucci era a sua volta ideatore di iniziative per bambini svantaggiati quali "il quartiere dei Balocchi".


COLLABORATORI PIU' FREQUENTI
VocalsIrene Di Vilio
VOCALS
Michele De Filippo
SAX


Copyright by MaccioSoft